Fiori di Bach: manuale online per conoscere ed usare la floriterapia di Bach
promemoriaUsa il promemoria per ricordare i fiori di tuo interesse!
 
 

Oak

Foto di Oak

nome italiano: QUERCIA - FARNIA

nome botanico: QUERCUS ROBUR VARR. PEDUNCOLATA

Durata e fermezza

  • Stato d'animo "bloccato": aiuto si intende una nostra caratteristica che non essendo usata in modo fluido ed utile crea un "blocco"

    Quando si pensa di essere indispensabili ed insostituibili. Si accetta di prendersi il carico di tutto, non si abbandona mai la lotta. Tutto è sopra le proprie spalle.

    Come la pianta della quercia è robusta e resistente così è la persona Oak. Non solo la persona è forte ma tende a sopravvalutare questa sua capacità esagerando e prendendosi carico di tutto senza ascoltare i propri bisogni.
    Il classico sintomo di Oak è un male, di testa o altro, che prende alla domenica o comunque nei giorni di riposo.

  • Stato d'animo "trasformato": aiuto suggerisce il traguardo da raggiungere, trasformando lo stato "bloccato" in un attitudine positiva e creativa.

    Si è adattabili, flessibili e disponibili. Si impara ad apprezzare il riposo.

  • Stati d'animo e sintomi collegati ad Oak in ordine di importanza:

    • Minimizza i propri problemi
    • Minimizza le proprie esigenze
    • Dedizione esagerata
    • Atteggiamento eroico
    • Esaurimento per eccesso di lavoro
    • Disperazione senza rassegnazione
    • Stanchezza dissimulata
    • Fastidio per la malattia che non permette di essere efficienti
    • Senso del dovere
    • Rigidità
    • Stanchezza nonostante si continui nelle proprie attività
  • Personaggio famoso collegato ad Oak:

    personaggio

  • Frase chiave di Oak: aiuto una frase caratteristica del fiore

    "Non mi arrendo mai."

  • Affermazione positiva di Oak: aiuto frase specifica da poter utilizzare come aiuto nel processo di cambiamento

    "Ho grandi forze e accetto le debolezze"

  • Definizione di E. Bach del rimedio Oak:

    "Per quelli che lottano, si battono con forza per guarire, o per adempiere ai compiti della vita quotidiana. Non si stancano di provare una cosa dopo l’altra, persino quando il loro caso appare senza speranza. Continuano a combattere. Sono insoddisfatti di se stessi se la malattia interferisce con i loro doveri o con la possibilità di aiutare gli altri. Sono persone coraggiose, lottano contro grandi difficoltà, senza perdersi d’animo né risparmiarsi. "

  • Alcune recensioni bibliografiche per scegliere un buon libro sulla floriterapia